Che cos’è IFTTT e come utilizzarlo per le tue azioni di marketing

Ifttt

Alla fine di questo breve post sarai in grado di utilizzare IFTTT e migliorare i risultati delle tue azioni di marketing. Non ci credi vero? Pensi che sia una di quelle cose che si scrivono negli articoli di questo tipo? Ti sbagli e di grosso e ti dirò subito il perché senza tanti giri di parole.

#IFTTT ti farà risparmiare un sacco di TEMPO e il tempo si sa, è #denaro! Condividi il Tweet

Come funziona IFTTT?

Non hai mai sentito parlare di IFTTT e ti chiedi che cos’è, a cosa serve e come puoi implementare questo strumento?
Per capire cosa è IFTTT basta comprendere il suo acronimo “If This Then That” – “Se (accade) Questo Allora (fa’) Quello) e si genera quindi un’altra azione predefinita, questa concatenazione di azioni è anche conosciuta come ricetta.
Facciamo un esempio molto semplice, se impostiamo un tweet con hashtag #vino e poi andiamo su IFTTT perché vogliamo che in un automatico si crea anche un nuovo status di facebook con lo stesso hashtag che abbiamo creato in precedenza, troveremo una “ricetta” pronta all’uso per noi che automatizzerà questa azione.

ifttt

Per generare questa azione automatica, bisognerà semplicemente andare su IFTTT, creare un account (è gratuito!) e permettere all’applicazione di attivare i tuoi canali Twitter e Facebook.

La cosa migliore in IFTTT è la facilità di implementazione e il numero di canali e strumenti offerti.

Per generare questa azione automatica, bisognerà semplicemente andare su IFTTT, creare un account (è gratuito!) e permettere all’applicazione di attivare i tuoi canali Twitter e Facebook. La cosa migliore in IFTTT è la facilità di implementazione e il numero di canali e strumenti offerti.

 

Per trovare uno di questi canali, se non si utilizzano abitualmente può essere un po’ complicato è per questo che proponiamo qui di seguito una metodologia per tenere traccia delle azioni che mettiamo in moto con IFTTT.

Come usare IFTTT?

Mi spiace deludervi ma non ho la pietra filosofale per l’utilizzo di IFTTT. Soprattutto considerando il numero di canali offerti.

L’obiettivo è quello di utilizzare IFTTT al meglio, ma questo è impossibile da prevedere per me in anticipo ed è per questo che non posso guidarvi nella scoperta della migliore metodologia per utilizzare IFTTT, la combinazione perfetta di ricette non esiste.

Ma non disperate, non vi abbandoniamo, più sotto sarà possibile scaricare un modello di Excel che farà al caso vostro.

modello excel ifttt

Con questa tabella avrete ordinate tutte le azioni individuali di trigger e le azioni Ordinata troverete i trigger individuali e le azioni attivate.

Esempio: voglio un hashtag predefinito sul canale 1 IFTTT che ha pubblicato un post sul canale 4. Sarà sufficiente per metterlo sul punto di intersezione e pensare alla ricetta successiva.

Con questa tabella si è in grado di prendere in considerazione più facilmente la strategia IFTTT che fa per voi.

La cosa interessante da capire è l’intreccio di diverse ricette che avete progettato e ridefinire in questo modo un trigger che è un’azione generata da IFTTT.

Per esempio:

Trigger: Tweet #vino

Azione: status di facebook + #ristorante

Trigger: status di facebook contenente #ristorante

Azione: Instagram + pubblicare #pesce

Con queste ricette siamo interessati in realtà ad individuare le ricette che funzionano meglio e il motivo è semplice: i dati non valgono molto, se non siete in grado di farli parlare.

Analisi della metodologia

Per costruire un database pulito, ogni ricetta deve essere associata ad un identificativo univoco.

Questo identificativo vi permetterà di visualizzare rapidamente il vostro strumento di monitoraggio e l’impatto generato da una ricetta specifica.

Ad esempio, il primo scenario IFTTT darà come risultato:

Ho postato un Tweet per ritrasmetterlo sul mio muro Facebook

1 ° carattere: T trigger

2 ° carattere: t La prima lettera del canale, qui Twitter

3 ° carattere: A per azione

4 ° carattere: canale F che agisce qui Facebook

5 ° carattere: 1 automazione numero di scenario

Dando come un identificatore univoco: TTAF1

Non vi resta che associare questo identificatore univoco al tuo link e recuperare i dati che ti interessano.

Ma se avete un sacco di ricette da tenere sotto controllo e da misurare può essere un po’ noioso. È per questo che abbiamo creato per voi questo piccolo modello di Excel che genera il vostro identificatore univoco URL in base proprio ai vostri diversi scenari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.